Pasta allo scarpariello

Cucinato da Barbara

La parola scarpariello deriva da  scarparo il termine che a Napoli identificava il calzolaio ed è uno dei tanti piatti imparato dalla mamma di mio marito.

Sapore: un sapore senza eguali
Complessità: nessuna difficoltà
Dove l’ho trovato? Ricetta di famiglia

Gli ingredienti necessari per realizzarla sono:

spaghetti o fusilli

strutto oppure olio extra vergine d'oliva

aglio

sugo oppure pomodorini freschi in estate oppure pelati

parmigiano e pecorino

peperoncino

La ricetta in origine prevedeva di far soffriggere dell’aglio tritato nell’olio o nello strutto, ma ho eliminato quest'ultimo.

Poi si aggiungeva il sugo, che ho sostituito con dei pomodorini datterini tagliati a metà.

Dopo aver completato la cottura della pasta con il sugo e con l’aggiunta poco alla volta del pecorino e del parimigiano grattugiato , aggiungiamo qualche foglia di basilico ed il peperoncino.

Ecco fatto: lo scarpariello è già pronto da gustare, pronti in tavola!!!


Polpo all'insalata con fiori di zucca limone ed erbe

Cucinato da Barbara
D'estate le insalate sono i piatti privilegiati sulla nostra tavola, ancor meglio se si tratta di insalate di pesce, gustose, fresche e veloci da realizzare come questa! 


Sapore: se vi piace il polpo dovete provare questo abbinamento, davvero gustoso
Complessità: nessuna difficoltà
Dove l’ho trovato? Chef Peppe Guida, programma Tv Questa terra è la mia terra

Ingredienti necessari per realizzare il polpo in insalata sono:
1 polpo (quello con la doppia fila di ventose sui tentacoli)
10 fiori di zucca
limone
sale e pepe
peperoncino fresco
1/4 di spicchio di aglio


Realizzare questa ricetta è davvero molto semplice e veloce. Fondamentale è lessare il polpo mettendolo in poca acqua fredda non salata per 40 minuti dall'ebollizione.

Una volta intiepidito tagliare i tentacoli a fettine di meno di 1 cm e la testa a striscioline.

Aprire i fiori di zucca per verificare che non ci siano animaletti al loro interno e tagliarli a striscioline. Metterli in una ciotola e condirli con succo di limone, olio, sale e pepe, l'aglio ed il peperoncino tritati finemente.

Unire quindi il polpo ai fiori di zucca, aggiungere ancora del succo di limone, olio e servire, tiepido, a temperatura ambiente o fresco.

Passata di pomodoro fatta in casa

Cucinato da Barbara
La passata di pomodoro è una di quelle conserve che non manco mai di preparare in estate e che riunisce nella sua preparazione tutta la famiglia. Ogni volta che apro una di queste bottiglie il profumo mi ripaga di tutta la fatica fatta nel realizzarle!



Sapore: un sapore senza eguali
Complessità: nessuna difficoltà
Dove l’ho trovato? Ricetta di famiglia

Ingredienti: pomodori qualità San Marzano, basilico, sale grosso

Lava accuratamente i pomodori, eliminando quelli che hanno parti ammaccate oppure non buone. Tagliali in grossi pezzi e trasferiscili  in una casseruola in acciaio, facendo cuocere a fuoco medio fino ad ammorbidirli, aggiungendo poco sale grosso.

Passali al passapomodoro. Se non lo possiedi puoi usare il passaverdure, a fori larghi per una passata rustica e a fori piccoli se vuoi trattenere i semi e preparare una passata più delicata.

Lascia intiepidire la passata.

Prepara i barattoli o le bottiglie sanificandoli in forno o in acqua bollente. Ricorda che i contenitori si possono riciclare e utilizzare più volte, ma i coperchi devono essere ogni volta nuovi.

Travasa la passata nei contenitori, lasciando un paio di centimetri  tra il livello del pomodoro ed il coperchio, aggiungi qualche foglia di basilico, chiudi accuratamente.

Metti  una grande pentola di alluminio o di altro materiale sul gas, metti un canovaccio sul fondo ad evitare rotture, aggiungi i barattoli/bottiglie di passata di pomodoro e riempi di acqua fredda, svuotando all'interno della pentola tante caraffe quante ne servono a tenere i barattoli coperti per oltre due centimetri e metti un coperchio. 

Accendi il gas e porta a bollore facendo pastorizzare per 40 minuti, mantenendo sempre un'ebollizione uniforme, seguendo le indicazioni del Ministero della Salute.

Per chi volesse approfondire, sempre sul sito del Ministero della Salute, c'è un esauriente documento

Lascia raffreddare i  contenitori nell'acqua. 

Trascorse 12-24 ore, verifica che siano ermeticamente chiusi e che sia stato raggiunto il vuoto. I tappi o le capsule di metallo dovranno apparire leggermente concavi (incurvati verso l’interno del contenitore) e premendo con il dito al centro della capsula o del tappo non si deve udire un “click clack”.


Peperoni ripieni al forno con patate

Cucinato da Barbara
Un piatto unico veloce da preparare, poi si accende il forno e si esce dalla cucina, per rientrare poi solo all'ora di cena per gustare un piatto decisamente gustoso!


Sapore: 10/10 ogni anno la ripeto, invariabilmente, sempre buona
Complessità: poca difficoltà
Dove l’ho trovato? ricetta di mia mamma

Per realizzare questa ricetta per quattro persone avrete bisogno di:
3 peperoni di media grandezza
300 g di macinato di vitella
200 g di pasta di salsiccia
1 uovo
sale qb
pepe qb
2 cucchiai di parmigiano
prezzemolo
olio extravergine di oliva qb
patate

Facile da eseguire, questa ricetta è un perfetto piatto unico, ottima anche fredda.

Lavate accuratamente i peperoni, togliere il picciolo e tagliarne due a metà in verticale. Togliere le parti bianche dall'interno ed eliminare anche i semi. Tagliare a striscioline il terzo peperone.

In una ciotola mescolare le carni, l’uovo ed il parmigiano. Aggiungere aglio e prezzemolo tritati, pepare e salare all'occorrenza.

Con l'aiuto di un cucchiaio farcite i quattro mezzi peperoni con il ripieno e disporli su una teglia ricoperta di carta forno e leggermente oleata.

Sbucciare, lavare e tagliare a spicchi le patate. Salarle, peparle e disporle insieme alle striscioline di peperone in teglia insieme ai peperoni farciti, irrorando tutto con un filo d’olio.

Cuocere in forno già caldo a 180° per circa 30 minuti.

Lasciar intiepidire prima di portare in tavola.

Involtini di pesce spada affumicato

Cucinato da Barbara
Una ricetta che ho amato dal primo momento che l'ho vista presentata sul canale satellitare Alice, l'anno scorso, un perfetto antipasto per le cene estive, che potete preparare con anticipo e tagliare al momento di servirlo!


Sapore: 9/10 se vi piace il pesce spada affumicato amerete questo piatto
Complessità: poca difficoltà
Dove l’ho trovato? Chef Marco Valletta trasmissione TV Casa Alice

Per realizzare questi gustosi involtini di pesce spada affumicato vi occorreranno:

12 fette di pesce spada affumicato
200 g di patate
200 g di cetriolo
60 g di olive nere snocciolate
120 g di yogurt greco
30 g di senape
6 g di erba cipollina
12 g di mentuccia
1 spicchio di aglio
succo di limone
misticanza
olio extravergine d'oliva
sale e pepe


Si comincia con il cuocere le patate, provvedete quindi a sbucciarle e a tagliarle in piccolissima dadolata, una brunoise. Cuocetele in padella con olio, dopo aver fatto leggermente rosolare lo spicchio d'aglio. Salate e portate a cottura, eliminando alla fine lo spicchio di aglio.

Cubettare i cetrioli dopo averli sbucciati e condirli con una salsa preparata mescolando la senape, lo yogurt, le olive nere tritate. Unite quindi le patate fredde, l'erba cipollina e la menta tritata.

Spalmare sulle fette di pesce spada, arrotolarle e avvolgere in pellicola, facendole riposare in frigo per almeno un'ora.

Al momento di portarle in tavola, tagliare le fettine a metà e servirle su una fresca insalata.

Pasta con i carciofi

Cucinato da Barbara
Ho imparato in età adulta che se nella pasta aggiungo le verdure, ottengo un piatto decisamente più saziante, con tante fibre e vitamine, ma con meno calorie di quelle che si hanno quando quando si fa ad esempio una carbonara. Ed ho finalmente capito perché, con tre figli, mamma prediligesse sempre primi piatti con verdure!


Sapore: 10/10 perfetto con le mammole romane o con qualsiasi altra tipologia di carciofi
Complessità: Nessuna difficoltà
Dove l’ho trovato? Cucina della mia mamma

Per realizzare questo gustoso piatto di spaghetti con i carciofi vi occorreranno:
400 g di spaghetti (ma viene benissimo anche con le tagliatelle o la pasta corta)
4 carciofi
40 g di parmigiano grattugiato
prezzemolo tritato
mentuccia romana
sale e pepe
olio extravergine d'oliva

Il primo passaggio per realizzare questo veloce e gustoso primo piatto è pulire i carciofi, eliminando le foglie esterne più dure, pulendo accuratamente il gambo ed eventualmente eliminare la cosiddetta "barba" che si forma all'interno.

Sbollentarli per 5-8 minuti in acqua bollente salata e conservare l'acqua di cottura, che verrà utilizzata per cuocere gli spaghetti e nel frattempo rosolare gli spicchi di carciofi in olio extravergine, terminando con una spolverata di prezzemolo e mentuccia tritati.

Una volta che gli spaghetti quasi pronti, scolarli e versarli in padella con i carciofi, portandoli a cottura con pochi cucchiai dell'acqua in cui li avrete bolliti. Spolverate con abbondante pepe, mantecate con il parmigiano e... pronti in tavola!!

** Novità del blog: le informazioni nutrizionali **


Polpette di pollo arrostite in foglie di limone

Cucinato da Barbara
Quando ho visto lo Chef Peppe Guida realizzare queste semplicissime polpette, mi sono ricordata di aver utilizzato le foglie di limone per la mozzarella alla piastra ed ho voluto provarle, vi assicuro sono davvero buonissime!



Sapore: 10/10, con il calore la foglia di limone scarica il suo aroma e sta benissimo con il pollo
Complessità: Nessuna difficoltà, molto, ma molto facile
Dove l’ho trovato? Questa terra è la mia terra dello Chef Peppe Guida su Gambero Rosso Channel

Pochi semplicissimi ingredienti per realizzare questa ricetta, quindi è ancor più fondamentale la grande qualità dei prodotti che dovete utilizzare: fate macinare dal vostro macellaio di fiducia le cosce del pollo a trafila grossa, scegliete limoni non trattati e... diamo il via alle danze!

Per realizzare questa facilissima ricetta vi occorreranno
2 cosce di pollo macinate a grana grossa
4 cucchiai di mollica di pane raffermo ammollata in acqua e ben strizzata
2 cucchiai di pecorino romano grattugiato
2 uova
sale e pepe
olio extravergine d'oliva
foglie di limone

Mettete in una ciotola il macinato di pollo, unite la mollica di pane ben strizzata, il pecorino romano grattugiato, sale e pepe e le due uova precedentemente sgusciate e leggermente battute.

L'impasto delle polpette è già pronto, non vi resta che dare al piatto il profumo del limone!

Prendete delle foglie di limone non trattate, lavatele sotto l'acqua corrente ed asciugatele.

Formate dei salsicciotti con l'impasto di pollo e ponetele ad una ad una su di una foglia di limone. Adagiate altra foglia di limone e premete leggermente. Ponete le varie polpette su una teglia leggermente oleata e fate cuocere in forno a 170°C per 20 minuti.

Pronti in tavola!

Ricetta risotto ai piselli

Cucinato da Barbara
Diverso dal più classico risi e bisi, questo risotto prevede che una parte dei piselli venga frullata, per un effetto molto più cremoso!



Sapore: 10/10 più cremoso e morbido del classico risi e bisi
Complessità: Nessuna difficoltà, molto, ma molto facile
Dove l’ho trovato? Un esperimento della mia cucina

Ingredienti
350 g di piselli sgranati
300 g di riso Carnaroli
1 porro
1 cipolla
Alloro
Vino bianco secco
Brodo vegetale
Olio extravergine d’oliva
Sale

Preparazione
Lessate i piselli in acqua bollente non salata, condita con un cucchiaio d’olio. Scolateli dopo sei minuti dalla ripresa dell’ebollizione e saltateli quindi per 5’ in un soffritto preparato con olio, un cucchiaino di porro tritato, una foglia di alloro, sale e pepe.
Frullate quindi i piselli, tenendone da parte un cucchiaio per la decorazione, ottenendo una crema densa e profumata.
Soffriggete in una casseruola due cucchiai di cipolla tritata con una foglia di alloro e fatevi tostare il riso per 2-3’
Sfumate con il vino bianco, fate evaporare e poi unite la purea di piselli con un mestolo di brodo, portando a cottura. Se necessario aggiungete via via altro brodo.
Servitelo dopo averlo fatto riposare per un paio di minuti e mantecato con un filo d’olio.

E per secondo dei gustosi Spiedini di polpettine di pesce!

Frittata di carciofi e cipolline

Cucinato da Barbara
Niente di meglio di queste verdure per realizzare un'ottima frittata, semplice e anche veloce da realizzare, provate il mio tortino di carciofi con le cipolline! 


Sapore: 10/10 davvero un'ottima frittata, buona e saporita
Complessità: Nessuna difficoltà, molto, ma molto facile
Dove l’ho trovato? Volevo fare una frittata diversa dal solito ed è venuto fuori questo buon tortino!

Per realizzare questa insolita frittata o meglio questo tortino avrete bisogno di:

6 uova
2 cucchiai parmigiano grattugiato
3 grossi carfiofi
3 cipollotti
sale e pepe
olio extravergine d'oliva

Pulire i carciofi e tagliarli a metà per il lungo. Metterli a bagno in acqua fredda frizzante.

Pulire e tagliare a metà i cipollotti.

Battere le uova con il parmigiano, il sale e una abbondante macinata di pepe.

Versare le uova in un contenitore da forno, dopo averlo opportunamente oleato (a me non è servito, visto che era in silicone) e disporre sopra le verdure, salarle leggermente e spennellarle con olio.

Cuocere in forno a 180° per 25-30 minuti.

Pronti in tavola!

Spiedini di pesce spada in salmoriglio

Cucinato da Barbara
In Sicilia, ma anche in Calabria si usa condire il pesce alla griglia con una salsina a base di olio extravergine d’oliva, limone, acqua di mare, prezzemolo e origano chiamata salmoriglio. Ho sostituito l’acqua di mare con semplice acqua tiepida e ho ottenuto degli spiedini di pesce spada al salmoriglio davvero gustosi e pronti in pochi minuti!



Sapore: 10/10 davvero un'ottima salsa per il pesce spada, buona e saporita
Complessità: Nessuna difficoltà, molto, ma molto facile
Dove l’ho trovato? Trasmissione Max cucina l'Italia, Chef Max Mariola

Per preparare questi gustosi spiedini di pesce spada in salmoriglio vi occorreranno:

4 fette di pesce spada
sale e pepe
olio extravergine d'oliva
prezzemolo tritato
origano secco
1/2 limone
indivia riccia

Cominciate con il togliere la pelle alle fette di pesce spada e tagliatele in quadrotti. Condirle con poco olio e cuocerle su una griglia di ghisa su tutti i lati.

Mentre il pesce cuoce preparare il salmoriglio: in una ciotola mescolate 4 cucchiaiate di acqua calda, 4 cucchiaiate di olio ed il succo di mezzo limone. Mettete la ciotola a bagnomaria sopra un pentolino con acqua calda ed emulsionare, riscaldando fino a 60°C e quindi senza portare ad ebollizione. Unire quindi un pizzico di sale, abbondante prezzemolo trito, l'origano secco ed il pepe. Togliere dal fuoco.

Appena il pesce sarà cotto porlo in una ciotola, unire una spolverata di sale e pepe e mescolare abbondantemente.

Mettere quindi i cubetti di pesce spada su degli spiedini, impiattarli se lo gradite mettendo alla base dell'indivia riccia, poi gli spiedini e condire con il salmoriglio. Pronti in tavola!
...