Sformato con cavolfiori

Cucinato da Barbara
Che i cavolfiori dell'Azienda Agricola Feresin fossero buoni non avevo dubbio alcuno, ma che fossero così variamente colorati... gialli, arancio, viola... non ne avevo proprio idea! E' stata l'occasione per provare altra ricetta dello chef Marco Valletta, risultata come al solito da leccarsi i baffi!


Per questo sformato di cavolfiori avrete bisogno di:
900g di cimette di cavolfiore
20g di olio extravergine d'oliva
200g di porro
200g caciocavallo a julienne
200g prosciutto cotto tipo Praga
100g pane grattugiato aromatizzato al rosmarino
sale e pepe

Per la salsa Mornay
1/2 lt di latte
50g burro
50 g farina
60g parmigiano grattugiato
2 tuorli
1 cucchiaio di panna

In un largo tegame fate leggermente rosolare nell'olio il porro affettato sottilmente e il prosciutto cotto a julienne, aggiungete i ciuffi di cavolfiore, aggiungete mezzo bicchiere d'acqua e cuocete a fuoco medio fino a che il cavolfiore sarà intenerito ma non disfatto.

Quando facendo pressione con il cucchiaio il cavolfiore si schiaccerà facilmente toglieteli dal fuoco.

Preparate la salsa Mornay, una salsa bianca derivata dalla besciamella, perfetta per tutti i gratin: fate scaldare il burro in un pentolino, aggiungete la farina e fatela tostare. Aggiungere quindi il latte e portate a cottura. Fuori dal fuoco aggiungete il parmigiano ed i due tuorli, prima battuti con il cucchiaio di panna, riportate sul fuoco e spegnete appena prende il bollore.

Imburrate uno stampo da plum cake con un pennellino e cospargetelo con il pangrattato aromatizzato con circa 3g di rosmarino tritato al coltello.

Mettete quindi uno strato di cavolfiori con porro e prosciutto, alcuni cucchiai di salsa Mornay e la julienne di caciocavallo. Continuate fino ad esaurire gli ingredienti, terminando con il cavolfiore e spargendo sopra la julienne di caciocavallo.

Cuocere in forno a 190°C per i primi 15' e poi scendere a 170°C per ulteriori 30'.

Lasciate intiepidire poi servite lo sformato tiepido o a temperatura ambiente, cosa che vi consentirà di sformarlo agevolmente.

In tavola!



Vellutata di pomodori e finocchi arrosto

Cucinato da Barbara
Nella mia cassetta settimanale dell'Azienda Agricola Feresin ho trovato i finocchi, la cipolla e gli ultimi gustosi pomodori di stagione, praticamente la maggior parte degli ingredienti necessari a realizzare questa meravigliosa ricetta dello Chef inglese Hugh Fearnley-Whittingstall.



Per realizzare questa gustosa vellutata per circa quattro persone vi occorreranno:
700g di finocchi, già puliti
1 cipolla gialla di media grandezza
500g di grossi pomodori maturi
3 spicchi di aglio
500ml di brodo vegetale
olio extravergine d'oliva
sale e pepe
peperoncino secco sminuzzato

Si comincia con il prendere una grossa teglia da forno e si dispongono i finocchi affettatati grossolanamente, la cipolla tritata, gli spicchi d'aglio affettati, i pomodori tagliati a metà.

Condite il tutto con sale, pepe, 2-3 cucchiai di olio e mescolate accuratamente, poi trasferite la teglia in forno a 190°C e cuocete per 50'.

Trasferite metà delle verdure cotte insieme alla metà del brodo vegetale in un mixer e frullate accuratamente, versando il risultato ottenuto in una casseruola. Ripetete l'operazione con l'altra metà delle verdure e del brodo.

Assaggiate la vellutata, eventualmente aggiungete sale e pepe e riscaldatela prima di servirla.

Completate con un giro d'olio, pepe, del peperoncino rosso secco e un po' di barba del finocchio per guarnizione.

In tavola!


Cavolo rosso brasato

Cucinato da Barbara
Per la mia ricetta di oggi un grazie davvero speciale all'Azienda Agricola Feresin che nella sua cassetta settimanale mi ha recapitato a casa tutti gli ingredienti necessari alla sua preparazione! Non avevo mai cucinato il cavolo rosso e non avrei avuto l'occasione di gustare altrimenti un piatto super semplice che richiede pochissimo sforzo e può fungere da contorno a una varietà di pasti. Perfetto con piatti saporiti come carne arrostita con il suo sapore leggero e piccante aiuta a alleggerire la sensazione a volte pesante dei pasti autunnali e invernali.

Inoltre il colore!!! Davvero entusiasmante! Se vuoi migliorare ancora di più il colore e ti capita di aprire una bottiglia di vino rosso in accompagnamento alla tua cena, prova ad aggiungere una spruzzata di vino in alternativa all'aceto di mele durante la cottura. 👌


Per realizzare il cavolo rosso brasato ho utilizzato:
1 testa di cavolo rosso (circa 800g)
1 grossa cipolla rossa
1 mela golden delicious
20g di burro
3 cucchiaini di zucchero
4 cucchiai di aceto di mele
1/ bicchiere d'acqua
sale e pepe

Ho cominciato con il tagliare finemente il cavolo rosso, lavarlo accuratamente e scolarlo.
Ho quindi fatto sciogliere in un largo tegame il burro, ho aggiunto la cipolla affettata sottilmente e la mela, senza sbucciarla, tagliata dapprima a metà, detorsolata e poi anch'essa tagliata sottilmente ed ho fatto cuocere 6-8'. Ho aggiunto il cavolo, condito con sale e pepe, aggiunto lo zucchero, l'aceto e l'acqua. Ho mescolato accuratamente, coperto e fatto cuocere per circa 25'.
Pronti in tavola!



Spaghetti verdi

Cucinato da Barbara

Il cavolo nero a casa mia è molto apprezzato, mi è piaciuta molto la vellutata e avevo provato anche un Pesto di cavolo nero. Jamie Oliver però nel suo ultimo libro "5 ingredienti" lo utilizza in un primo piatto velocissimo da preparare, quindi ho colto al volo l'occasione di trovare questo favoloso ingrediente nella cassetta settimanale che arriva direttamente a casa dall'Azienda Agricola Feresin ed ho preparato questi velocissimi spaghetti verdi!


Gli ingredienti per realizzarli sono davvero pochi:
400g di spaghettoni o spaghetti alla chitarra 
500g di foglie di cavolo nero
4 spicchi di aglio
parmigiano grattugiato
sale, olio extravergine d'oliva
peperoncino




Jamie Oliver utilizza anche della ricotta fresca, messa sul piatto a contornare il verde di questi meravigliosi spaghetti, io ho preferito una ulteriore spolverata di parmigiano, già presente nella ricetta.

Si comincia con il pulire del foglie del cavolo nero, eliminando la costola centrale. Si porta a bollore l'acqua, si sala, si aggiungono gli spaghetti (è importante utilizzare un formato di pasta che abbia una cottura di non meno di dieci minuti perchè.... ora lo capirete!).

Dopo aver versato gli spaghetti, unite gli spicchi d'aglio e le foglie del cavolo nero, facendo cuocere per circa otto minuti. 

Scolate poi dall'acqua in ebollizione gli spicchi d'aglio e le foglie del cavolo nero e versateli nel bicchiere del frullatore o del mixer, aggiungete 100g di parmigiano grattugiato, un paio di cucchiai d'olio e miscelate.

Scolate quindi la pasta, conditela con il mixer di cavolo nero e portatela in tavola, spolverando con altro parmigiano grattugiato e qualche pezzetto di peperoncino, se via piace.

.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
...