Stracciatella di Lina

Cucinato da Barbara
Leggendo il post di Serena, ho scoperto che anche per la stracciatella ci sono tante varianti sul tema: questa è la ricetta della mia mamma!



Per ogni commensale serve del buon brodo di carne, 1 uovo, 1 cucchiaio di parmigiano grattugiato, 1 cucchiaio (raso) di pangrattato.
Si porta a bollore il brodo e si versano gli altri ingredienti precedentemente miscelati.
Si fa cuocere per un paio di minuti mescolando velocemente.
Pronta!

19 commenti:

  1. Barbara, a casa nostra si fa identica alla tua con la sola aggiunta di una grattatina di noce moscata.
    Variante : insieme agli altri ingredienti, prova ad aggiungere un pugnetto di spinaci tritati finemente a coltello. Una cosina un po' diversa, ma ti assicuro veramente gustosa.

    RispondiElimina
  2. e questa variante qui nn la conoscevo!!
    grazie per la ricetta ;)

    RispondiElimina
  3. ho letto da qualche parte che la chiamavano "la minestra dei becchi", pare che fosse il piatto delle mogli fedifraghe tornate all'ultimo momento a casa. Buffo, no?

    RispondiElimina
  4. Uh che bei ricordi...stracciatella e passatelli da noi si mangiano la sera di Natale, dopo il gran pranzo!!!
    Buonissima...

    RispondiElimina
  5. caspita, saremmo le uniche ma noi non conoscevamo questo piatto....ma sembra prorpio giusto per queste freddissime giornate!!!
    un bacione

    RispondiElimina
  6. @ Maurina, proverò sicuramente anche con gli spinaci!
    @ Mirtilla, Manu, Silvia.. grazie a voi per essere passate!
    @ Dede... ma va??? ahahahahaha non lo sapevo... ma è vero che si fa in un minuto!!!!!
    @ Simo, anche a casa dei miei è un piatto tipico di Santo Stefano!

    RispondiElimina
  7. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  8. E'la seconda volta che leggo della stracciatella, la devo proprio provare!

    RispondiElimina
  9. Da piccola la mangiavo sempre sempre! Grazie per la ricetta:)
    Elga

    RispondiElimina
  10. Ohh anche io ricordo di averla mangiata tempo fa, che buona! Poi velocissima...
    un bacio!

    RispondiElimina
  11. Ciao,mia nonna aggiunge anche il riso o meglio fa cuocere il riso nel brodo ed alla fine aggiunge gli ingredienti per la stracciatella.A me piace tantissimo,sa di casa,d'inverno,di tepore.

    RispondiElimina
  12. Mi piace un sacco la stracciatella, in Italia ho imparato a farla con il semolino o semplicemente con il parmigliano e le uova. Invece in Georgia la fanno le uova e tante erbette aromatiche tritate! Buona!..

    RispondiElimina
  13. Ciao Barbara, sai che entro qui, dal salone del blog culianrio???? ho appena visto che partecipi...peccato non posso esserci perché siamo tutti malati..mi racconterai???


    Buona giornata


    ps: buona la stracciatella, risclada il cuore.

    RispondiElimina
  14. @ Elga, anche per me è un piatto... dell'infanzia!
    @ Roxina, vero: velocissima!
    @ Rita, Rossa, mi avete dato altri ottimi spunti: la proverò sicuramente con il riso oppure con il semolino in alternativa al pangrattato!
    @ Mariluna, grazie, ma... non so nulla del salone del blog culinario!!

    RispondiElimina
  15. Questo appare in modo positivo e confortante!

    Grazie per la condivisione della ricetta.

    Mi piace il tuo blog, molto bello. :)

    ~m.

    RispondiElimina
  16. La stracciatella è una delle nostre "cene-coccola" :-) buona, buona, buona ... Baci Laura

    RispondiElimina
  17. Ecco, io non l'ho mai preparata ma mi dai una bella idea per quei monelli dei miei trottolini! Un bacione.

    RispondiElimina
  18. io cucino la mia stracciatella classica e l'aggiungo ad un buon minestrone......garantisco è gustosissina......tunni

    RispondiElimina

E tu, cosa ne pensi?

.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Pubblicità

Qui