Biscotti Gran Mugello e fiori di rosmarino

Cucinato da Barbara
La storica Fattoria il Palagiacccio caseificio artigianale, mi ha omaggiato di una fetta di formaggio Gran Mugello, per consentirmi di partecipare al contest Latti da Mangiare. Ho trovato che con la sua compattezza ed il suo gusto saporito fosse adatto per la realizzazione di biscotti, in abbinamento ai fiori di rosmarino


Per realizzare circa 15 biscotti vi occorreranno:

 160 g di farina 00
 100 g di burro
  90 g di Gran Mugello grattugiato
  2 tuorli
  fiori e foglie di un rametto di rosmarino

Mescolare la farina setacciata unendola al burro morbido, al Gran Mugello ed a tutti gli altri ingredienti, lasciando da parte alcuni fiori di rosmarino per la decorazione.
Quando il composto sarà ben omogeneo, formare un cilindro, avvolgerlo nella pellicola per alimenti e farlo riposare in frigo perché si compatti, per un’ora circa.

Tagliare quindi il cilindro in dischetti di 1 cm di spessore e cuocerli in forno caldo a 180°C per circa dieci minuti. Cospargere con i fiori di rosmarino e servire, una volta freddi.

Braciole con i peperoni

Cucinato da Barbara
Quando non è la stagione dei peperoni, utilizzo, come in questo caso, la versione campana dei peperoni sott’aceto: si chiamano papaccelle (e sono un presidio Slow Food), ma anche pepaine, pepaccelle o chiochiere… si tratta comunque di una varietà di piccoli peperoni tondi, costoluti e dal colore deciso che alla fine dell’estate vengono messi in una soluzione composta da un buon aceto di vino rosso e acqua, oltre a qualche spicchio d’aglio e qualche rametto di menta selvatica. Dopo circa due mesi si possono utilizzare i prodotti saltati in padella o al forno, farciti con il classico ripieno di tonno, olive, mollica di pane o tal quali nell’insalata di rinforzo. Se non riuscite a trovarle utilizzate per realizzare la ricetta falde di peperone sott’aceto.




Per preparare questo secondo piatto vi occorreranno:
2 braciole di maiale (o salsicce se le preferite)
4 papaccelle
aglio
olio extravergine d'oliva
sale

Sgocciolate le papaccelle dal liquido di conservazione e provvedete a spezzettarle a mano in varie falde.
Riscaldate dell'olio extravergine d'oliva e fate rosolare per alcuni istanti degli spicchi d'aglio schiacciati. Unite le pappaccelle e a fuoco basso fatele cuocere. Quando si saranno ammorbidite unite le braciole, salate e portate a cottura.
Completate con foglioline di origano fresco o maggiorana e servite!

Insalata invernale all'aceto balsamico

Cucinato da Barbara
Un'insolita insalata, veloce da preparare e davvero gustosa, per celebrare la fine dell'inverno!


Per preparare questa gustosa e semplice insalata, vi occorreranno:


400g cavolo cappuccio
100g carote
100g finocchio
Un uovo
Sale e pepe
Olio extravergine d’oliva


Aceto balsamico invecchiato

Pulite tutte le verdure e lavatele con cura.
Tagliate a listarelle il cavolo cappuccio, a julienne la carota ed a fettine sottili il finocchio.
Raccogliete tutte le verdure in un piatto e nel frattempo cuocete l’uovo per farlo diventare sodo.
Utilizzate il tuorlo, che andrà passato al setaccio per guarnire l’insalata e poi conditela con olio, sale e pepe ed alcune gocce d’aceto balsamico invecchiato.

Ricetta classica: arrosto di vitello

Cucinato da Barbara
Per un buon arrosto di vitello il trucco è scegliere il giusto taglio di carne: io ho optato per il cappello del prete, ma avrei potuto scegliere anche la noce, la sottopaletta, il collo oppure la punta di petto.


Per realizzare questo arrosto di vitello ho utilizzato:
900g di carne di vitello magra
3 spicchi di aglio
2 rametti di rosmarino
2 bicchieri di brodo vegetale
1 bicchiere di vino bianco secco
sale, pepe, olio extravergine d'oliva

Fondamentale per la buona riuscita dell'arrosto è lasciare la carne a temperatura ambiente per una mezz'ora prima di cuocerla e provvedere a legarla, se non ve lo siete già fatto fare dal vostro macellaio.

Rosolate quindi la carne in poco olio, aggiungete il rosmarino, l'aglio spellato, salate e pepate e versate il vino in più riprese.

Una volta che il vino è evaporato, aggiungete il brodo vegetale bollente, incoperchiate e lasciate cuocere a fuoco basso per un'ora e mezza circa.


Mettete l'arrosto in un foglio di carta di alluminio e lasciate riposare la carne per 10 minuti. Nel frattempo scaldate il sughetto a fuoco basso, facendolo addensare se necessario e servitelo con la carne, dopo averlo filtrato.

Tagliata all'aceto balsamico

Cucinato da Barbara
Se scegliete un'ottimo taglio di carne ed un aceto balsamico I.G.P. di Modena otterrete una tagliata tenera e davvero gustosissima!


Per realizzare questa tagliata vi occorreranno:

400g di roast beef di manzo in unica fetta
Sale
Olio extravergine d’oliva
Aceto balsamico invecchiato


Pulite la carne ed eliminate eventuali pelli o parti grasse. Scaldate una cucchiaiata d’olio in un padella antiaderente e scottatevi la carne, facendola cuocere circa 3’ per ogni lato.
Salate a fine cottura, tagliate la carne a fettine e servitela condendola con un filo d’olio extravergine d’oliva ed alcune gocce d’aceto balsamico invecchiato, accompagnando con rucola o insalata a vostro gusto.

.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Pubblicità

Qui