Lonza di maiale con bigoli de ajo or Pork loin with flower bud of garlic

Cucinato da Barbara
L'aglio rosso di Sulmona è l'unico ecotipo italiano d'aglio caratterizzato dalla presenza di scapi fiorali, che fuoriescono dalla pianta nella terza decade di maggio e vengono asportati per consentire il completo accrescimento del bulbo sotterraneo.

The Sulmona red garlic is the only Italian garlic ecotype characterized by the presence of flower bud, coming out of the plant in the third decade of May and removed to allow the growth of the underground bulb. If you cook with this part of the garlic the pork loin (ie boneless loin of pork), it becomes very juicy and tender!

Ho scoperto che in Trentino si chiamano talli, in Veneto, appunto, bigoli de ajo e in Abruzzo zolle.
Cuocendo con questa parte dell'aglio, la lonza (ossia il carrè disossato del maiale), preparata  secondo la ricetta pubblicata da Susanna qui che ho poi leggermente modificato, diventa particolarmente tenera e succosa, decisamente da provare!



Occorre innanzi tutto legare un pezzo di lonza di maiale da 1kg e rosolarlo accuratamente in olio caldo.
I "bigoli de ajo " - circa 200g - vengono poi tagliati a pezzetti di circa 2cm e uniti alla carne lasciandoli anch'essi rosolare.
Si aggiungono quindi 2 bicchieri di vino bianco secco, che viene fatto leggermente sfumare per far evaporare l'alcool, poi si sala la carne, si cosparge con un pizzico di peperoncino e si copre, lasciandola cuocere a fuoco basso per 20'.
Si uniscono quindi 10 foglie di salvia, 3 cucchiai di aceto di vino rosso, 200g di yogurt intero ed un cucchiaio raso di miele millefiori, si copre nuovamente e si lascia cuocere ancora per circa 40'.
Portata a cottura la carne, la si toglie dall'intingolo, tenendola al caldo: occorre quindi verificare se le "bigoli de ajo"  siano ben cotti, altrimenti bisognerà continuare la loro cottura per alcuni minuti, prima di frullare l'intingolo.
Servire l'arista a fette con questo gustoso accompagnamento e alcuni fili d'erba cipollina per decorare (credetemi,  gli scapi fiorali dell'aglio crudi... sono immangiabili, inutile porli nel piatto se poi non si possono gustare!!).

26 commenti:

  1. Stupendo secondo io che adoro la carne!!
    Bravissima
    Un bacione Anna

    RispondiElimina
  2. Molto interesting...grazie per gli spiegoni. Brava!

    RispondiElimina
  3. un secondo piatto molto squisito,complimenti!

    RispondiElimina
  4. Una ricetta molto molto interessante!!!
    Che tu sappia l'aglio di Sulmona dove si può acquistare? Baci e buon we

    RispondiElimina
  5. ma che splendido blog che hai... e che bell'arrosto... ora ti seguo anche io!!!!!!!

    RispondiElimina
  6. Un arrosto davvero invitante... Brava!
    Buon fine settimana

    RispondiElimina
  7. Ricetta davvero interessante.... ;-)

    RispondiElimina
  8. Un modo davvero molto interessante di cucinare la lonza, complimenti!
    A presto!

    RispondiElimina
  9. Ma mia barbara che bel secondo e che bella presentazione e poi con le creuset si va sul siciro!!Tutto stupendo,un piatto irresistibile!!Bacioni,Imma

    RispondiElimina
  10. una super ricetta!! bella!
    baci e buon fine settimana ^_^

    RispondiElimina
  11. Lieta di aver stuzzicato la vostra curiosità!
    @ Roxy io ho avuto la fortuna di trovarlo dal fruttivendolo...

    RispondiElimina
  12. Interessantissima ricetta, non sapevo nulla delle zolle...
    Buon fine settimana, un abbraccio!

    RispondiElimina
  13. che bel piatto! anche io non ne sapevo nulla delle zolle!! un bacione grande!!

    RispondiElimina
  14. Hihi! Le zolle!!
    Chissà che pensavo quando ho aperlo il link!!! ^^

    Che bontà!!

    Un bacione,
    Babi

    RispondiElimina
  15. Slurp! Peccato che da noi non usino le zolle!!! Proverò con dell'aglietto fresco! Ciao!

    RispondiElimina
  16. ottima pietanza di carne... non conoscevo questo aglio!!!

    RispondiElimina
  17. mmm deve essere ottimo (come tutto il resto qui da te :)

    RispondiElimina
  18. Non ho idea se dalle mie parti si trovino le zolle, ma questa lonza è davvero invitante, quindi mi sa che mi metterò alla ricerca.... :)

    RispondiElimina
  19. buonissime le zolle, ma è una vita che non le mangio. un abbraccio

    RispondiElimina
  20. che ricetta interessante, amo molto la carne di maiale !

    RispondiElimina
  21. Peccato che io qui non abbia mai visto queste "zolle"...

    RispondiElimina
  22. c'è sempre da imparare!!!
    Mi piace questo arrosto!!!
    Buon fine settimana

    RispondiElimina
  23. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  24. gustosissima complimenti è venuta ottima...prenderò spunto da te ;-)

    RispondiElimina

E tu, cosa ne pensi?

.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...