Strudel di mele con pasta phillo or Apple Strudel with Filo Dough

Cucinato da Barbara
Realizzare la pasta da strudel è per me un po' troppo complicato, ma con la pasta phillo è tutto più semplice ed il dolce è comunque molto buono! Forse è improprio definirlo uno strudel, ma... tant'è!


Per realizzare un grande strudel con pasta phillo vi occorreranno:
2 cucchiai di uvetta
2 cucchiai di brandy
4 mele renette, sbucciate, detorsolate e tagliate a cubetti
10 noci tritate
2 cucchiai di zucchero
1 cucchiaio di buccia grattugiata di limone
1/2 cucchiaino di cannella

2 cucchiai di burro + 5 cucchiai di pangrattato

2 cucchiai di brandy + 200g di marmellata di albicocche 
10 fogli di pasta phillo
burro fuso per spennellare
zucchero a velo per spolverare

Immergete l'uva passa (già sciacquata in acqua tiepida) nel brandy, per un paio d'ore.
Sgocciolarla e aggiungere mele, noci, zucchero, scorza di limone, cannella.
Mescolare bene e mettere da parte.

In piccola padella, a fuoco medio, sciogliere il burro e aggiungere il pangrattato. Cuocere circa 2 minuti o fino a quando sarà leggermente dorato.

In una pentolina su fuoco basso sciogliere la marmellata di albicocche con il brandy e portare ad ebollizione, per far evaporare l'alcool.

Stendere i primi cinque fogli di phillo, spennellarli con burro fuso e sovrapporli.

Cospargere i fogli con il composto di marmellata poi con il pangrattato, stendere sopra il il composto di mele e arrotolare. Ripetere la procedura per i restanti 5 fogli di phillo.

Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per 45-50 minuti o fino a doratura. Una volta raffreddato, spolverare con zucchero a velo.

#Loveseverin TO 2058 forno con funzione aria calda ventilata

Cucinato da Barbara
Dopo il Microonde Severin MW 9722 ed il Pulitore a vapore Hygenius delight, grazie all'iniziativa #Loveseverin ho avuto occasione di testare il forno TO2058, con funzione di aria calda ventilata.




Fondamentale in una cucina avere un piccolo forno per le cotture veloci ho avuto modo di testare ed apprezzare il Severin TO 2058. Con 42 litri di volume utile è un modello dalle dimensioni generose rispetto ai mini forni presenti sul mercato ed in grado di cuocere sia un pollo grande che torte di medie dimensioni.

Naturalmente, la profondità del forno è sufficiente a cuocere una pizza di medie dimensioni, grazie anche alla pietra per pizza del diametro di 29 centimetri fornita insieme al forno.

Ma a parte lo spazio ho trovato che il TO 2058 di Severin vada encomiato per la potenza e le attrezzature fornite. 




Dove altri modelli concorrenti sono un po' esitanti rispetto alle modalità di riscaldamento e cottura, con il Severin TO 2058 ci si rende subito conto di quanto sia rapido (in tutte le sue funzioni) nel riscaldamento, anche grazie ai 1800 watt di potenza, mentre altre marche arrivano a malapena a 1200 watt: si ha la scelta tra riscaldamento superiore e inferiore o con il funzionamento combinato con aria calda ventilata. Per gli appassionati di pollo arrosto vi è un girarrosto, per gli amanti della pizza una pietra di 29 centimetri. 

Con quattro ripiani e una porta che si apre completamente per consentire l'estrazione dei cibi in tutta sicurezza, dispone di timer fino a 120 minuti.



Riepilogando: il forno dispone di un corpo verniciato resistente alle alte temperature, di un interruttore con 4 possibili diverse posizioni (resistenza superiore, resistenza inferiore, resistenza superiore e spiedo oppure resistenze superiore e inferiore con aria calda ventilata), ha un termostato regolabile da un minimo di 60°C  fino ad un massimo di 230°C, un timer 120 minuti con segnale sonoro a fine cottura, una spia luminosa ed ha anche in dotazione uno spiedo girevole per carni e pollame ed una pietra per pizza del diametro di 29 cm. Ha inoltre una griglia e ed una teglia delle dimensioni 38,5 x 31,5 cm, il ripiano è regolabile su 4 posizioni e dispone di un vassoio raccoglibriciole estraibile. Le sue dimensioni esterne sono  (L) 52 x (P) 43 x (A) 36,5 cm.

Marmellata di arance rosse

Cucinato da Barbara
Prima di essere consumata è bene riposi qualche giorno, io però non ho resistito e questa deliziosa marmellata di arance rosse è già stata portata in tavola per accompagnare le nostre colazioni!


L'ho preparata con la macchina del pane Sana Smart Bread Maker risparmiandomi di doverla continuamente tenere d'occhio, ma ovviamente si può realizzare con le solite modalità.

Ingredienti
1kg di arance sbucciate
800g di zucchero semolato fine

Preparazione
Sbucciate le arance, pesatele fino a raggiungere la dose indicata e tagliatele a fettine sottili. Unitele allo zucchero semolato fine nel cestello della macchina Sana Smart Bread Maker ed azionate con il programma marmellate, prevedendo una prima fase di semplice mescolamento a temperatura ambiente e con velocità delle pale al massimo ed una fase successiva di cottura a 180°C per 1h e 20’. Versate la marmellata ancora bollente nei vasetti sterilizzati e teneteli capovolti per creare il sottovuoto. Gustateli entro un'anno dalla realizzazione!



.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Pubblicità

Qui