Pagnotta casereccia

Cucinato da Barbara
Per il profumo che si è sparso ieri sera per la casa sto ancora ringraziando Angelina, che mi ha regalato un po' della sua pasta madre, arzilla e pronta per panificare e la Trabo: hanno realizzato una pietra refrattaria fatta a mano, per cucinare al naturale su qualsiasi fonte di calore, che fa decisamente la differenza nella cottura del pane!


Per realizzare questa pagnotta casareccia ho utilizzato 200g di pasta madre, 600g di farina 1, 350g di acqua a temperatura ambiente, 10g di sale, un cucchiaino di miele.

Ho rinfrescato la pasta madre quattro ore prima di utilizzarla per fare il pane; ho quindi sciolto la pasta madre nell'acqua, ho poi aggiunto il sale ed il miele e, gradatamente, la farina. Lavorato nel robot per 5' a bassa velocità e posto a lievitare in una ciotola unta d'olio fino a che l'impasto è raddoppiato di volume.

Nel frattempo ha acceso il forno a 220°C ed ho inserito la pietra refrattaria a metà altezza. Dopo un'ora dall'accensione ho fatto scivolare la forma di pane sulla pietra ed ho fatto cuocere per 20', poi ho abbassato la temperatura a 180°C e fatto cuocere ancora per 35'.

Tirata fuori dal forno la pagnotta casareccia, ho lasciato che si raffreddasse su una gratella prima di tagliarla. Pronto a tavola!

27 commenti:

  1. Fantastica! Un'alveolatura perfetta, leggera, sarà anche merito della piastra ma la tecnica è tutta tua, complimenti!

    RispondiElimina
  2. ma che bella pagnotta!!!! e che bei buchetti!!!! baci cara e buona giornata :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Claudia! Freschi... baci anche a te!

      Elimina
  3. Fantastica questa pagnotta viene voglia di tagliarne due fette da mangiare con qualche buon salume... Un saluto dai golosi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La prima prova è stata fatta con un velo di marmellata ai mirtilli.. la seconda con dello speck... golosoni!!

      Elimina
  4. ti è venuta proprio bene, quanto costa quella pietra refrattaria?La vorrei comperare anche io..un bacione...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quella che ho io dai 29 euro in su! Vale tutta la spesa Chiara!

      Elimina
  5. Cje meraviglia! Segnalo il tuo post alla mia "collega di blog" Sonia che deve iniziare a fare il pane in casa con il lievito madre...
    ciao, simo

    RispondiElimina
  6. bella, con il lievito madre,poi, ha tutto un altro sapore, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  7. immagino sì il profumo che ha sprigionato questa bella pagnottona!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devo ripetere a breve... è finita troppo velocemente, non ci speravo davvero!

      Elimina
  8. che bella pagnotta! anch'io spesso uso la farina 1 ma non ho la refrattaria, dev'essere fantastica :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, fa la differenza! Ora dovrò provare la pizza!

      Elimina
  9. Meraviglia questa pagnotta, ti è venuta benissimo...sembra di sentirne il profumo anche a me :-)
    Camy

    RispondiElimina
  10. Ti è venuto proprio bene. Il pane fatto in casa con la pasta madre è tutta un'altra cosa :)

    RispondiElimina
  11. Meravigliosoooooooooooooooo

    RispondiElimina
  12. anche io sto facendo il pane con LM...speriamo!!!a te è venuto benissimo!!

    RispondiElimina
  13. Molto bella questa pagnottona! In effetti la cottura spesso fa la differenza, lo vedo quando cucino nel forno a legna, stesse farine, stesso impasto, stessa lievitazione, ma risultato decisamente diverso una volta cotte! Complimenti!

    RispondiElimina
  14. Bau! Che bella pagnotta!
    Oggi i miei padroncini hanno seguito un corso per imparare a fare il pan barbarià e si sono divertiti tanto!
    Ora ovviamente si sono fissati con il pane e proveranno anche la tua ricetta, devono solo specializzarsi un po' nel lievito madre :)
    Seguo il tuo blog, perché mi piace tanto.
    Mirty (una barboncina in cucina)

    RispondiElimina

E tu, cosa ne pensi?

.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Pubblicità

Qui