Liquore all'anice

Cucinato da Barbara
Quando è arrivato il libro "Fatto in casa",  l'ho sfogliato rimanendone totalmente affascinata: si tratta di un must che non deve mancare in una collezione base di libri di cucina. Questo è il libro per voi, se siete amanti della conservazione o se nella vostra cucina cominciate a sentirvi annoiate o limitate. 
Il libro, con le sue fotografie intriganti ed originali, vi darà nuove idee: si apre infatti con una introduzione sulla storia delle conserve e con vari consigli per farle riuscire al meglio, accompagnando poi ogni ricetta con una foto del risultato finale e concludendo con una sezione su come realizzare dei sacchetti, etichette e quant'altro per decorare inusualmente le vostre preparazioni e realizzare degli splendidi regali. 
Le combinazioni sono insolite e fanno venire l'acquolina in bocca: vi trovate ad esempio la gelatina di mele alle erbe aromatiche, le più classiche pesche sciroppate ed una inusuale confettura di frutti rossi, basilico e vaniglia, passando poi ad una conserva di pollo alle erbe aromatiche, alla lonza di maiale in conserva d'olio e spezie, una serie di tisane e di liquori che vi incuriosirà sicuramente e ancora condimenti, tante conserve salate e molteplici conserve dolci. Ho letto e riletto questo libro trovando ogni volta nuove ed intriganti idee, come il liquore che mi appresto a raccontarvi!

                                                                                    

1lt di alcol a 95°, 80g di anice stellato, 3g di coriandolo, 1 stecca di cannella, 4 chiodi di garofano, 1 stecca di vaniglia, 1 limone non trattato, 500g di zucchero, 1lt d'acqua.
Fate macerare le spezie e la buccia del limone con l'alcol in un vaso a chiusura ermetica per 20 giorni in un luogo buio e fresco, ricordandovi di agitare il barattolo almeno due volte al giorno. Trascorso il tempo indicato, sciogliete lo zucchero nell'acqua a freddo, mescolando a lungo con un cucchiaio fino a che si sarà sciolto completamente, poi aggiungete lo sciroppo ottenuto al macerato alcolico, lasciando riposare il tutto sempre chiuso per altri due giorni.
Dopo questo tempo, filtrate il liquore e imbottigliatelo: sarà pronto da consumare fin da subito, ma potete anche conservarlo chiuso ermeticamente.

L'ho trovato davvero semplice da preparare, non avevo idea si potesse realizzare un così buon liquore in casa: la base della sambuca è infatti costituita dagli oli essenziali ricavati dalla distillazione a vapore dei semi di anice stellato, addizionato di zucchero e altri aromi naturali e quindi pensavo che realizzare in casa un liquore analogo non avrebbe portato un così ottimo risultato!



39 commenti:

  1. ciao cara
    ma davvero? adoro il liquore alla sambuca (un goccino nel caffè) e così mi tenti!!!
    baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io l'adoro per questo è stata una così piacevole sorpresa questo liquore! Grazie!

      Elimina
  2. Ciaoooo!!!ma lo sai che io adoro il profumo che dà l'anice ai dolci?????!!!!!grazie per questa ricetta!!!!Bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io lo uso nei dolci, da quel tocco in più!! Ciao Yrma!

      Elimina
  3. Ame l'anice piace tantissimo nei dolci.. e qualche volta nel caffè.. che brava sei stata!!! baci e buon w.e. .-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Clauda, grazie, ma realizzare questo liquore è stato di una semplicità disarmante! Buon fine settimana anche a te!

      Elimina
  4. io non faccio molto uso di liquori, ma l'anice mi incuriosisce parecchio. Dova lo hai acquistato? complimenti anche per la spiegazione del libro...mi hai incuriosito molto!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anice stellato, coriandolo, cannella e chiodi di garofano: tutto in erboristeria. Attenzione solo a comprare tutte le spezie intere e non in polvere! Il libro lo raccomando, è davvero utile e piacevolissimo anche solo da sfogliare!

      Elimina
    2. grazie per avermi risposto!!lo farò presto...un bacione e buon we!

      Elimina
  5. Ma che bello questo blog!! complimenti!! Mi ispira molto questo tuo liquore all'anice, anche il libro deve essere molto interessante! Piacere di conoscerti, sono Maria, verrò spesso a trovarti!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maria e grazie per essere passata a trovarmi e per i tanti, immeritati, complimenti! Buon fine settimana!

      Elimina
  6. Che buono questo liquore!!!!!!
    Bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Laura! Ciao e buon fine settimana!

      Elimina
  7. Senti passare di qui è un attentato...tra le treccine e questo libro assolutamente da avere, me lo segno!
    Tu segnati che c'è una sorpresa che ti aspetta da me, riguarda le chiacchere dell'altro giorno :-)
    Un abbraccio forte.
    Il libro secondo te lo trovo in libreria, non mi piace prendere i libri su internet...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cinzia, corro da te!!! :-)) I titoli di Food Editore sono distribuiti da Messaggerie Libri e disponibili presso le migliori librerie, vai tranquilla!

      Elimina
  8. Adoro il liquore all'anice e mi piacerebbe tantissimo provare a farlo in casa.
    Ci proverò ;)

    RispondiElimina
  9. Ho tutte le spezie in casa ma mi manca l'alcool me lo procuro e lo faccio anche io...
    Ciao francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero davvero che ti piaccia quanto è piaciuto a me! Grazie per essere passata e buona domenica!

      Elimina
  10. Deve essere davvero interessante questo libro... e brava che ti sei cimentata con la preparazione di questo liquore all'anice casalingo, dà sempre una grande soddisfazione preparare qualcosa di speciale con le proprie mani!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ne sono rimasta fogorata.. sulla via dell'anice ;-)

      Elimina
  11. E' quello che noi nelle Marche chiamano mistrà!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Naaa... davvero??? Ho fatto il Mistrà?? Mi sento qualcuno :-) Diciamo un simil mistrà!!! Ciao Cristi e buona domenica!

      Elimina
  12. Bellissima ricetta!!! :D LA segno così faccio felice il mio papà... Notte :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Felicissima... fammi sapere il risultato!

      Elimina
  13. Abbiamo fatto anche noi qualche mese fa il liquore all'anice ed è venuto buonissimo. Basti pensare che è finito velocissimamente.

    RispondiElimina
  14. mi:) complimenti splendide ricette e ti seguo con molto piacere passa nel mio blog anche se sono alle prima armi se ti va ciao :) piace il tuo blog

    RispondiElimina
  15. deve essere a dir poco squisito, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  16. io faccio i liquori in casa e questo mi manca...lo farò presto!

    RispondiElimina
  17. Ormai penso di aver fatto liquori con tutto quello che è possibile.... Ma vuoi mettere se è fatto in casa?!!?!? Bbbbbuuuooooonoooo

    RispondiElimina
  18. non ho mai fatto liquori in casa, mi sa che è arrivato il momento, mi segno questa interessante ricetta, grazie Barbara!

    RispondiElimina
  19. mamma mia che delizia, adoro i liquori (non sono un'ubriacone ehhh)e quello all'anice tipo sambuca è il mio preferito

    RispondiElimina
  20. noi nelle Marche abbiamo il mistrà un liquore all'anice che si usa in moltissime ricette, sentirai che profumo i dolci !!!!

    RispondiElimina

E tu, cosa ne pensi?

.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...