Il conglio si è fatto... in tre!

Cucinato da Barbara

Partendo da sinistra nella foto....
Coniglio con funghi e salsiccia di Bruna Cipriani
un coniglio, 500g di funghi porcini anche surgelati, 100g di salsiccia 1 spicchio di aglio, ½ bicchiere di vino rosso, ½ l di brodo, latte intero, rosmarino, salvia, cipolla, carota e sedano, concentrato di pomodoro
Disossare il coniglio e tagliarlo a pezzetti. Lasciarlo nel latte per una notte.
Asciugarlo, infarinarlo e rosolarlo in un filo d’olio, l’aglio sbucciato e le verdure del soffritto. Aggiungere la salsiccia sbriciolata, la salvia, il rosmarino. Lasciar insaporire per qualche minuto a fiamma media. Salare, pepare, bagnare con il vino. Cuocere a tegame coperto, mescolando di tanto in tanto e aggiungendo man mano un poco di brodo caldo nel quale sarà stato sciolto un cucchiaino di concentrato di pomodoro. Unire i funghi dopo circa tre quarti d’ora di cottura. Regolare di sale e terminare la cottura a tegame scoperto affinché il sugo di cottura si addensi. Eliminare l’aglio.

Coniglio al finocchietto
un coniglio, 300g lonza tritata, 120g pancetta tritata ,100g di mollica di pane, da ammollare nel latte 30g finocchietto fresco aglio, scalogni
Cuocere il finocchietto in acqua bollente salata per 2’, scolarlo e ripassarlo in padella con olio, 2 scalogni e 1 spicchio di aglio tritati. Far intiepidire e passare al macina carne con il fondo di cottura, la lonza, la pancetta, sale e pepe e il pane ammollato e strizzato. Disossare il coniglio. Con le ossa fare un fondo leggero. Allargare la carne, batterla leggermente, salarla e peparla. Spalmare il composto al finocchietto e arrotolare la carne.
Avvolgere il rotolo in carta da forno bagnata e strizzata, legarlo e porlo in una pirofila irrorato d’olio, facendolo cuocere a 200 °C per un'ora e un quarto. Servire l’arrosto con il fondo di coniglio.

Coniglio alla moda di Digione
un coniglio, senape di Digione, 400g di latte, brodo, scalogni.
Disossare il coniglio, tagliarlo a pezzetti piuttosto piccoli, spennellarli con la senape e lasciarli a marinare per 4h. Far soffriggere del burro, unire il coniglio e far rosolare; aggiungere tre scalogni tritati e bagnare con un bicchiere di brodo. Unire il latte caldo e salare. Cuocere coperto a fiamma molto bassa coperta, per circa un'ora, controllando di tanto in tanto e, se dovesse asciugarsi troppo, aggiungendo ancora qualche mestolino di brodo.

Crema al finocchio
4 finocchi 2 patate brodo vegetale fiori di finocchio
Cuocere a vapore i finocchi assieme alle patata, frullare il composto aggiungendo brodo vegetale, olio d’oliva, sale e servire spolverando di fiori di finocchio.

Le ricette del libro "in cucina con noi le nuove ricette della prova del cuoco"

Cucinato da Barbara
Il 16 maggio del 2008 ho pubblicato una preparazione che avevo inventato di sana pianta, per riutilizzare gli albumi, la ricetta della torta Gianduiotta, in questo blog. Il 21 maggio l'ho inserita anche nel forum de La cucina Italiana e in altri forum di cucina. Ora, su segnalazione di Lydia, l'ho trovata pubblicata nel libro edito da Mondadori e pubblicato a dicembre 2009, autori Anna Moroni e Elisa Isoardi al prezzo di 19,oo euro.

Se state pensando di acquistare il libro, risparmiate i soldini e cercate le ricette in internet... chissà che non le troviate tutte, ma proprio tutte!!

Bocconcini di pane alla mozzarella farciti

Cucinato da Barbara
Per realizzare queste delizie (ricetta e foto della chef Laila Adamolli Ban) vi occorreranno 1kg farina 00, 1kg mozzarella, 30g lievito di birra, 5 cucchiai olio extra vergine d'oliva, 150g latte intero o panna, 18g sale, 1 uovo battuto e latte per pennellare

A scelta, per decorare: semi di papavero, sesamo, finocchio, origano, ecc.


Per farcire, scegliere tra:
* olive verdi ripiene (precedentemente insaporite con peperoncino in polvere)
* pomodori sott’olio a listarelle
* olive verdi (precedentemente marinate con origano, timo, maggiorana, olio)
* dadolata di prosciutto cotto
* trito di salame

Sciogliere il lievito nel latte appena tiepido; frullare la mozzarella e mescolarla alla farina; aggiungere l’olio, il lievito sciolto nel latte, iniziare ad impastare aggiungendo il restante latte. Da ultimo aggiungere il sale.
Far riposare per 1h30’-2h.

Dall’impasto ottenuto è possibile:
· tirare a listarelle la pasta, riempirla con le olive verdi
· fare delle palline e farcirle con prosciutto cotto o salame tritato
· fare dei filoncini, stenderli, farcirli come sopra e rimodellare a mo’ di grossi grissini
· fare un filoncino, stenderli con il matterello, stendere le listarelle di pomodori secchi e richiudere, poi tagliare a grandezza di 2-3cm, tipo gnocco; l’attaccatura della pasta deve essere appoggiata sul tagliere;
· fare delle palline da 70g l’una e metterle in uno stampo da plum-cake precedentemente oliato e infarinato-
Far lievitare di nuovo l’impasto dai 15’ (paninetti) ai 30’ (plum-cake) e comunque in relazione alle temperature esterne, fino a che l’impasto sia raddoppiato, spennellare con uovo battuto e latte, decorare con i semi a piacere e infornare a 190° 15-30’, a seconda della grandezza dei panini.

La ricetta è opera della chef Laila Adamolli

.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Pubblicità

Qui