A pot of dewberry jam

Cucinato da Barbara


500g di succose more selvatiche, 300g di zucchero semolato, i semi di una mela.
Mettere in una pentola d'acciaio le more e lasciar cuocere sino a che si sono spappolate, quindi passarle al passaverdura a fori fini; aggiungere lo zucchero, i semi della mela avvolti in una garza e legati con un lungo spaghetto (che fuoriesca dalla pentola, in modo che sia semplice recuperarlo a fine cottura) e portare a cottura. Togliere la garza con i semi di mela, versare la purea in barattoli sterilizzati, far raffreddare, chiudere ermeticamente e sterilizzare, ponendo il barattolo in una pentola con acqua fredda che lo ricopra abbondantemente. Dall'ebollizione calcolare 30', poi spegnere il gas e lasciar raffreddare.
Gustare tal quale o spalmata su una fetta di pane: una vera bontà!

Edito per integrare: ho scioccamente dimenticato di specificare il perchè dell'uso dei semi di mela! Anche se le more sono un frutto ricco in pectina, diminuendo la quantità di zucchero c'è la necessità di aggiungere un gelificante, contenuto appunto in bucce e torsoli di mela (soprattutto acerba).

Infine, non posso farmi sfuggire il momento per ringraziare Alice e Armanda, che mi hanno donato un premio per me veramente appropriato, grazie!!!!







Page copy protected against web site content infringement by Copyscape

59 commenti:

  1. che delizia questa marmellata!!!baci e buon fine settimana!!!

    RispondiElimina
  2. Anche a me piace molto la marmellata di more e vedo che le tue sono bellissime . Ciao

    RispondiElimina
  3. Buonissima questa marmellata!
    In bocca al lupo per il contest! Un abbraccio :)

    RispondiElimina
  4. GENIALE, questa cosa dei semi....
    io avevo letto che le more "meno mature" hanno un tasso più alto di pectina.... certo con questo trucchetto si risolve la cosa in quattro e quattr'otto!
    ;-)

    RispondiElimina
  5. mai mangiata,devo rimediare al piu' presto..deve essere buonissima!!

    RispondiElimina
  6. Questo dolce è divino! Da venire l'acquolina in bocca! Baci

    RispondiElimina
  7. Che more stupende!

    Dove le hai raccolte?

    RispondiElimina
  8. Viva le more e questamarmellata ci fa' passegiare nei boschi anche d'inverno no?

    RispondiElimina
  9. Che bella marmellata ^_^
    Sulle more ho dovuto ricredermi, soprattutto quando mio padre ha portato a casa tante di quelle belle more di rovo che crescono spontanee giù da me in Puglia :)
    Buon weekend ^_^

    RispondiElimina
  10. Adoro la marmellata di more!!!!!!! Ciaooo :-)

    RispondiElimina
  11. Se hai un barattolo in più mi offro volentieri per assaggiarla. Buonissima

    RispondiElimina
  12. questa marmellata deve essere buona buona buona buona!!!

    RispondiElimina
  13. It looks delicious! And beautiful too. Very nice!

    RispondiElimina
  14. Una fetta di pane abbrustolito,un velo di marmellata...e la tua marmellata...che buono|
    Ma sai che la storia dei semini di mela, non la conoscevo?
    La prossima volta li provo...
    Un bacio

    RispondiElimina
  15. ehm...volevo dire un velo di burro :)

    RispondiElimina
  16. Che belle more ed interessanti i semini di mela (pectina?), baci

    RispondiElimina
  17. A tutti, scusate, ho scioccamente dimenticato di specificare il perchè dell'uso dei semi di mela! Anche se le more sono un frutto ricco in pectina, diminuendo la quantità di zucchero c'è la necessità di aggiungere un gelificante, contenuto appunto in bucce e semi di mela (soprattutto acerba).

    RispondiElimina
  18. buoooooooooooonissssssimaaaaaaaaa! grazie barbara e buona domenica

    RispondiElimina
  19. Wau! fantattica questa dritta sui semi di mela! non lo sapevo! utile! ^_^

    RispondiElimina
  20. Lieta di aver fatto qualcosa di vostro gradimento!!
    @ Babi.... crepi!!! ;-)
    @ Lina le more sono state colte nei boschi intorno a Valentano (in provincia di Viterbo).

    RispondiElimina
  21. tra questa marmellata e le morettine...che dire...sono incantata....

    RispondiElimina
  22. Che visione meravigliosa!...le more!!!! ricordo quando da piccola andavo a roccoglierla con mia madre!!!!!
    Un abbraccio e buon lunedì

    RispondiElimina
  23. Barbara....io mi stavo per perdere le gelatine...! te le copio subito!
    ;-))) la marmellata l'ho già fatta ad agosto al lago- l'anno prossimo provo anch'io coi semini

    RispondiElimina
  24. Ma che belle more!!!!!la marmellata deve esserti venuta una bontà! pensa che a me piccciono molto, ma quest'anno nemeno 1 ne ho mangiata.. e nemmeno 1 ne ho colta!!! e vabbè mi consolo con le tue.. baci e buon inizio settimana!!! ;-)

    RispondiElimina
  25. Ehi ma che marmellatina super gustosa!
    Se non ti spiace ho apportato un aggiornamento al mio post segnando il tuo metodo 3d per le melanzane...grazie per il suggerimento!!
    PS fatte così rimangono + croccanti,vero? Si riescono a mangiare con le mani?
    Grazie!

    RispondiElimina
  26. ancora accompagnata da questo delizioso frutto.
    brava!

    RispondiElimina
  27. E vai di marmellata!!!!!Che buona!!!!
    Quest'anno anche io ne ho fatte diverse, more, fichi, albicicche, pesche, susinciliegie, limoni e adesso aspetto le arnce e i mandarini!!
    Buona settimana!

    RispondiElimina
  28. Tutta la mia invidia per quelle more!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  29. Spettacolare... Deve essere buonissima, complimenti! Gloria

    RispondiElimina
  30. Ciao Barbara felice di conoscerti! Gustosa la marmellata di more! che dirti dell'uso dei semi di mela...come ha già detto Vaniglia è geniale!

    RispondiElimina
  31. è una delle mie preferite, ciao ;-)

    RispondiElimina
  32. Questa marmellata di more deve essere veramente deliziosa.

    RispondiElimina
  33. Ma che marmellatina favolosa! A casa mia durerebbe davvero poco! :) Slurp

    RispondiElimina
  34. Non sapevo che i semi della mela hanno questa proprietà!!!
    Quante cose si imparano, grazie!!!

    RispondiElimina
  35. Ottima ottima ottima...ed in bocca al lupo per l'estrazione del libro!!!

    RispondiElimina
  36. Continuiamo con le more? Questa marmellata è deliziosa, una bella ricetta da gustare in tanti modi... Grazie!

    RispondiElimina
  37. Grazie cara Barbara ,

    sei carinissima , sono stata troppo vanitosa??ma sai non sapendo andare dentro i blog arrivare a tante persone, mi ha fatto veramente felice, un abbraccio baci baci
    ciao army

    RispondiElimina
  38. Questa marmellata deve essere deliziosa! Comlpimenti per il blog!

    RispondiElimina
  39. Stavo giusto pensando di cimentarmi con una marmellata....volevo farla di fichi, ma qui ormai ci sono solo quelli surgelati del supermercato....proverò con le more!

    RispondiElimina
  40. mamma che spettacolo ste more!
    un abbraccio
    dida

    RispondiElimina
  41. Caspita quanti post arretrati devo recuperare!!! Ogni volta che in un blog si parla di more mi viene in mente mio padre che torna a casa con il berretto pieno...uno dei bei ricordi dell'infanzia...ora però è molto più difficile trovare le more, chissà perchè...la confettura dev'essere davvero una favola...

    RispondiElimina
  42. Davvero buonissima questa confettura! Baci

    RispondiElimina
  43. NON AVEVO MAI SENTITO DEI SEMI DI MELA.... ECCEZIONALE DIREI.......E LE GELATINE DI SOTTO SONO A DIR POCO INVITANTISSIME... PECCATO CHE QUEST'ANNO LE MORE SIANO GIA' FINITE DA QUESTE PARTI....

    RispondiElimina
  44. scusa l'ignoranza, ma perchè i semi della mela??

    che è?

    una macumba?! :)

    RispondiElimina
  45. Ciao Barbara, complimenti per la marmellata sicuramente buonissima. Ho una domanda per te, anzi prima ti racconto...quest'estate volevo fare la marmellata di more, ne ho raccolte tantissime, selvatiche, ovviamente, prima di procedere le ho avate, dopo un po' sono usciti dalle more un sacco(davvero tanti) di vermetti, piccoli bianchi...ti e' mai successo? Ovviamente non mi sono piu' fidata ad usarle ed o buttato via tutto....erano piu' di due chili...sob!

    RispondiElimina
  46. Interessante la dritta sui semi di mela!Vedi, io li avrei già scartati usando la mela senza buccia. La marmellata di more è una delle mie preferite, la prossima volta provo il trucchetto ;)

    RispondiElimina
  47. E' una marmellata deliziosa che amo anche con i semini :))

    RispondiElimina
  48. @ Eppifemili non è una macumba ;-)), ma hai ragione, scioccamente non ho specificato che li ho usati perchè, anche se le more sono un frutto ricco in pectina, diminuendo la quantità di zucchero c'è la necessità di aggiungere un gelificante, contenuto appunto in bucce e torsoli di mela (soprattutto acerba).
    @ Barbara che sfortuna!!! Non mi è mai capitato, non so spiegarmi il perchè, ma sicuramente hai fatto bene a gettare tutto, nonostante il lavoraccio che deve esserti costato raccogliere due chili di more!!!
    @ Fiordilatte, puoi usare anche solo le bucce, oppure preparare prima una "marmellata" di bucce e torsoli ed aggiungerla setacciata: funge da addensante naturale per tutti quei frutti poveri in pectina!
    @ A tutti: grazie per aver lasciato un segno tangibile del vostro passaggio!

    RispondiElimina
  49. Ecco vedi...con le mie sfogliette questa marmellata è perfetta :)))
    Interessante la faccenda dei semi di mela!
    Buon w.e.

    RispondiElimina
  50. Un vasetto dal contenuto preziosissimo. Brava Barbarella ...

    RispondiElimina
  51. Grazie per essere passata da me!!!! complimenti per il blog!!!!

    RispondiElimina
  52. che buona la marmellata di more fatta in casa...

    RispondiElimina
  53. una volta la facevo sempre, adoro le more! E' da un pò che mi ripromettevo di rifarla...

    RispondiElimina
  54. che forte la storia dei semi di mela, non la sapevo! un abbraccio!

    RispondiElimina
  55. Una vera delizia questa marmellata. buon pomeriggio Daniela.

    RispondiElimina
  56. Mi piacciono molto le marmellate di tutti i frutti di bosco...

    RispondiElimina
  57. meravigliosa!!!ottima la dritta dei semini di mela;0))complimenti,Barbara^;*

    RispondiElimina
  58. Una confettura che mi piacerebbe molto assaggiare, deve essere buonissima!

    RispondiElimina

E tu, cosa ne pensi?

.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Pubblicità

Qui