Mandilli de sæa...

Cucinato da Barbara
... ovvero fazzoletti di seta: questo termine indica la consistenza che deve avere la pasta, tipica della Liguria di ponente.

Occorrente per la pasta: 500g di farina bianca, 3 tuorli, 1 cucchiaino di sale fino, circa 250ml di acqua, olio.


Occorrente per la besciamella: 50g burro, 50g farina 00 setacciata, 1lt latte intero, sale, 2 cucchiai di parmigiano grattugiato.
Occorrente per la crema di carciofi: 10 carciofi romani oppure 14 più piccoli, 1 spicchio d'aglio, olio, sale e pepe.

Per comporre il piatto: 500g fiordilatte o mozzarella di latte vaccino tagliato in dadolata.

Per la pasta: lavorare i tuorli insieme ad una farina, unendo il sale e l’acqua fino ad ottenere un impasto compatto. Lavorarlo energicamente, raccogliendolo poi a palla, avvolto in pellicola per alimenti e farlo riposare per circa un’ora a temperatura ambiente. Tirare l'impasto in una sfoglia molto sottile (circa 2 mm di spessore), ricavando delle lasagne di circa cm. 10 x 10 e lasciarle asciugare sulla spianatoia leggermente infarinata; attenzione alle dimensioni: se la sfoglia è troppo grande si romperà in cottura. Portare dell’acqua salata ad ebollizione, aggiungere 2 cucchiai d’olio e tuffarci pochi alla volta i “mandrilli de sæa ”; scolarli e disporli su un asciugapiatti, allargandoli.

Per la crema: trifolare i carciofi tagliati a spicchi nell'olio, a cui sarà stato precedentemente unito uno spicchio d'aglio fatto leggermente dorare. Salare e portare a cottura coperto, eventualmente aggiungendo qualche cucchiaio d'acqua: i carciofi devono essere ben cotti. Frullarne quindi la metà.

Preparare la besciamella: sciogliere il burro in una casseruola, unire la farina e farla leggermente tostare; unite quindi il latte tutto in una volta e mescolare con una frusta. Portate a bollore e far cuocere per pochi minuti. Salare e spegnere. Unire quindi il parmigiano grattugiato ed i carciofi frullati.

Preparare la lasagna: un velo di besciamella ai carciofi sul fondo, "mandilli de sæa" e besciamella, poi di nuovo la pasta, besciamella, fiordilatte e carciofi trifolati e via così fino a terminare gli ingredienti, mettendo il fiordilatte ed i carciofi uno strato si ed uno no e la besciamella ai carciofi ad ogni strato dei fazzoli di seta ed avendo cura di terminare con una dadolata di fiordilatte in cima.

Porre in forno a 180° per 20-25' e servire!




Page copy protected against web site content infringement by Copyscape

63 commenti:

  1. Non so mica se sarei in grado di fare una pasta così sottile!!!
    Bellissimi questi fazzoletti

    RispondiElimina
  2. Caspiterina!!!!!! io non riuscirei mai a torarla così sottile... è fantastica davvero!!! ok, la prox volta mi inviti a pranzo oK? baci baci

    RispondiElimina
  3. bisogna essere veramente brave per fare questa pasta !!! .. golosissima complimenti!
    ciao Reby

    RispondiElimina
  4. ma sai che è davvero uno spettacolo questa lasagnetta???
    brava e complimenti!

    RispondiElimina
  5. non riuscirò mai a tirare una sfoglia così sottile!!!!

    RispondiElimina
  6. Complimenti per questa bella ricetta! me la segno deve essere buonissima!

    RispondiElimina
  7. che gran bella scoperta gastronomica oggi ;)

    RispondiElimina
  8. Buoni questi mandilli!
    Sei brava ...per tirare la sfoglia cosi sottile !
    ciaooo

    RispondiElimina
  9. La pasta è sottilissima...molto particolare..deve essere davvero ottima con un ripieno così!!!
    Bravissima...perche' non la inserisci nella mia raccolta??
    Ciaoooo Lady cocca

    RispondiElimina
  10. Davvero gustosissime: le lasagne così fanno parte da tempo dei miei desiderata, ma purtroppo al mio compagno non piacciono i carciofi e sarebbe difficile fargli "digerire" che ho sprecato della buona pasta per condirla con i carciofi...

    RispondiElimina
  11. Ommamma che fameeeeee^__^
    Bene, ricomponiamoci..:-)
    Volevo dirti che ho aperto la mia prima raccolta, se ti va di partecipare!!
    bacioni:-)!!
    http://cheprofumino.blogspot.com/2009/04/raccolta-qualcosa-di-speziale.html

    RispondiElimina
  12. Ma che ricetta particolare e delicata! ci piace moltissimo!
    bacioni

    RispondiElimina
  13. Ricetta interessante, con la sfogliatrice del Ken vengono perfettamente sottili.
    Volevo però chiederti, se è possibile cucinare la pasta direttamente, senza farle la precottura.
    Grazie, buon inizio settimana
    Mandi

    RispondiElimina
  14. Mmmm...particolare e delicatissima!
    Che buona!!!!!!!!

    RispondiElimina
  15. Lieta che la ricetta abbia incontrato il vostro favore!
    @ Piccolacuoca grazie, passerò a studiare il da farsi!!
    @ Rosetta, potresti provare facendo però una besciamella molto più liquida; considera che la mia precottura è durata un paio di minuti... scarsi!

    RispondiElimina
  16. Una ricetta gustosissima. Ciao. Solema

    RispondiElimina
  17. Che meraviglia questa simil lasagna!!!!!
    Da urlo!!!!!
    Questo fine settimana proverò a farla ,poi ti farò sapere:
    Ciao a presto!!!!!

    RispondiElimina
  18. E' una ricetta che non conoscevo: dei "fazzoletti" così sottili la rendono squisita ;-)

    RispondiElimina
  19. Conoscevo i mandilli attraverso una zia genovese,che però li faceva col pesto:lasagnette,pesto un pò allungato con acqua di cottura e parmigiano,pochissimi strati(non più di tre):è un ricordo indelebile dei miei anni giovanili,quando Genova era la mia seconda casa...

    RispondiElimina
  20. fazzoletti di seta, eh?
    Si, mi sembra la definizione più appropriata per questa meraviglia

    RispondiElimina
  21. mica male questi fazzoletti!
    un abbraccio
    eu

    RispondiElimina
  22. Che gola, Barbara!!! complimenti ...

    RispondiElimina
  23. che meraviglia! chissà che bontà!
    Ma sai che faccio una fatica tremenda a lasciarti un commento? lo scrivo, cerco di postarlo ma niente. 9 commenti su 10 si perdono! però ti seguo sempre!

    RispondiElimina
  24. @ Annamaria, sei nel giusto: la ricetta che ho trovato prevedeva l'utilizzo del pesto.. ma non mi sembrava ancora il momento adatto per l'utilizzo del basilico... con i carciofi invece, siamo in piena stagione!
    @ Laura mi spiace, ma sono lieta che tu mi segua, nonostante le bizze dei commenti!!

    RispondiElimina
  25. però...che bella ricettina! La farò sicuramente!
    Grazie mille Barbara!
    Un bacione

    Ago :-D

    P.S.: ho trasferito il blog!

    Il nuovo indirizzo è:

    http://paneburromarmellata.blogspot.com

    RispondiElimina
  26. Bellissima questa tua ricetta e grazie per avermi fatto visita. A presto.
    P.s. anch'io di Ts:-)

    RispondiElimina
  27. Ciao, grazie per essere passata da me e complimenti per il tuo blog!
    Questa pasta poi deve essere favolosa!

    RispondiElimina
  28. mhhh quando vedo queste cose cremosette..non resisto...deve essere buonissima..

    RispondiElimina
  29. Ricettina molto particolare...ma di una bontà unica...la foto poi è stupenda, si vede molto bene la quanto sia sottile la sfoglia..felice weekend Luisa

    RispondiElimina
  30. CIAO CARISSIMA,HO LANCIATO OGGI UNA NUOVA RACCOLTA CHE PARLA "DEI DOLCI PIU BUONI DEL MONDO"E AVREI PIACERE CHE TU PARTECIPASSI...TUTTI I DETTAGLI SUL MIO BLOG,BACI IMMA

    RispondiElimina
  31. complimneti è una gran bella ricetta mi paice molto come hai fatto la besciamella, sono molto curioso di farla, pseriamo venga bene come la tua

    RispondiElimina
  32. Mi sono permesso di inserire il link a questa ricetta per i Mandilli dei Saea nella nostra ricetta di Pasta col Pesto. Perdonato? Però forse col pesto devono essere senza uova. Giusto?

    RispondiElimina
  33. Rita... o Mimmo ;-))) per il link non c'è problema alcuno!
    Per quanto riguarda invece l'uso del pesto, FORSE ci vorrebbe una pasta senza uova, ma credo che si sarebbero problemi a stenderla così sottile se non ci fossero i tuorli! Se la provate, comunque, fatemi sapere!

    RispondiElimina
  34. Rispondo con un po' di ritardo.
    Si riesce a farla molto sottile, con il mattarello molto sottile e nella parte finale ponendo la sfoglia su un canovaccio. E' la tecnica della pasta fillo, troverai presto il post nel nostro blog.

    RispondiElimina
  35. buona buona questa lasagna ai carciofi!

    RispondiElimina
  36. Molto interessante questa simil lasagna , devo assolutamente provarla. Un abbraccio, buona pomeriggio Daniela.

    RispondiElimina
  37. non ce la farò mai.. ma troppo invitante...

    RispondiElimina
  38. caspita! Che brava Barbara e poi che delicati accostamenti. Splendida ricetta ... prenderei una forchetta per trapassare il monitor!!

    RispondiElimina
  39. Si sciolgono in bocca!!!!! Meravigliose.

    RispondiElimina
  40. Te mi devi sempre fare sbavare sulla tastieraaaaaa...bravissima, ricetta ricetta super golosa io adoro i carciofi poi...

    RispondiElimina
  41. Devono essere davvero gustosissimi *_* gli ingredienti poi mi piacciono tutti tutti .-) inutile ripeterti ancora una volta che sei bravissima e che le tue ricette me le segno sempre con molto piacere :-)

    RispondiElimina
  42. Che bontà di piatto! Nn so se riuscirei a farle! Ma sei ligure?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No Chicca, sono una romana trapiantata a Trieste, ma ho assaggiato questo piatto e me ne sono innamorata! :)

      Elimina
  43. è un piatto stupendo, un pochino elaborato ma bellissimo il risultato.

    RispondiElimina
  44. che piatto stupendo!! invitami a casa tua che buoniii

    RispondiElimina
  45. Molto particolare questa pasta, sembra anche molto difficile. Complimenti! interessante ricetta

    RispondiElimina
  46. Chissà che buona!
    Peccato solo che non mi piacciano i carciofi: troverei volentieri un ingrediente alternativo! ;)

    RispondiElimina
  47. che delizia!!! davvero un piatto interessante! io non ne sarei capace... uff

    RispondiElimina
  48. mamma mia che bontà. mi piace troppo questo piatto invitante.poi i carciofi li amo troppo

    RispondiElimina
  49. wauuu ma sei bravissima, quando quel che vedo mi piace...all'assaggio mi piace ancora di più... è certo!!!!complimenti !

    RispondiElimina
  50. che buona questa ricetta! tenterò a farla anch'io...

    RispondiElimina
  51. Non conoscevo questo piatto, deve essere davvero buono!

    RispondiElimina
  52. buonissimaaa una bella ricetta davvero..non le solite che si trovano in giro ;)

    RispondiElimina
  53. Una ricetta superlativa e come sempre arricchita di informazioni mi piacerebbe provarla

    RispondiElimina

E tu, cosa ne pensi?

.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Pubblicità

Qui