Scarola di Natale

Cucinato da Barbara

Così si chiama a casa di mio marito questa minestra tipica del periodo festivo, che però a noi piace così tanto, da ripeterla anche fuori... dalle feste!

1kg scarola o indivia riccia 3 spicchi di aglio schiacciati 1 cucchiaio di capperi dissalati e tritati 3 acciughe dissalate e tritate 1 cucchiaio raso di pinoli 1 cucchiaio raso di uvetta olio
Porre in una capiente pentola l'olio e l'aglio. Appena riscaldato mettervi la scarola tagliata grossolanamente, coprire e lasciar cuocere per 15'. Aggiungere i capperi e le acciughe e mescolare, continuando la cottura per altri 15'. Cinque minuti prima della fine della cottura unire i pinoli e l'uvetta, assaggiare ed eventualmente regolare di sale. Voilà!

37 commenti:

  1. Buonissima e molto sana! Oltre che alla raccolta di Cristina (che non conoscevo e mi sembra molto interessante), con questa potresti partecipare anche a quella di Manu, sulle ricette light!

    RispondiElimina
  2. interessantissima... mai provata!
    BAcio

    RispondiElimina
  3. Dev'essere ottima! Quante belle ricette che mangiamo nei giorni di festa, sono ottime anche tutti i restanti giorni...un abbraccio e buon lunedì :P

    RispondiElimina
  4. Barbara, mi piace questa ricettina ... semplice ma gustosa!

    RispondiElimina
  5. @ Onde.. tra pinoli, uvetta e abbondante olio... non è che sia tanto ligh.. ma sana sicuramente si, grazie!
    @ Maya, Roxina, grazie!

    RispondiElimina
  6. Maurina è vero... semplice e veloce!

    RispondiElimina
  7. Grazie Barbara !
    a me piacciono moltissimo le ricette di famiglia, della tradizione e questa è una bellissima ricetta.
    Buon lunedi!
    Cristina

    RispondiElimina
  8. Confesso di non conoscere questo piatto, ma deve essere strabuono! Se non sbaglio è tipo il ripieno della pizza di scarole, vero?
    Complimenti per la bella ricetta, baci :D

    RispondiElimina
  9. ciao , chissa perchè l'ho sempre pensata come una ricetta di difficile esecuzione invece come l'hai descritta tu è molto semplice e deve essere buona...bravissima e grazie delle visite che fai nel mio blog Tittina

    RispondiElimina
  10. Buonissssssima!!!!!

    un bacione e buon lunedi!!!

    RispondiElimina
  11. Con il freddino che ho addosso in questo momento me la papperei subito con molto piacere!

    RispondiElimina
  12. Semplice, veloce e saporita.....complimentissimi!!!

    RispondiElimina
  13. Mmmm ottimo contorno, molto saporito! Sicuramente da non limitare al solo periodo natalizio
    Un bacio e buona settimana
    Fra

    RispondiElimina
  14. buonaaaa questa minestra!!!!!!
    anche a casa mia i piatti "tipici festivi" li prepariamo fuori dei periodi festivi eheheh!!!!
    ciaoooo e buona settimana!!!!

    RispondiElimina
  15. eh si...e tra un po'la gustiamo!!

    RispondiElimina
  16. La scarola ha un sapore talmente particolare che non mi resta che provare questa deliziosa minestra! Un bacio, Elga

    RispondiElimina
  17. @ Cristina grazie, la tua raccolta mi sta facendo venir voglia di... minestrare!
    @ Camomilla.. esatto: è proprio il ripieno della pizza di scarola!
    @ Cuocatittina... vero che è facile?! Il piacere di visitare spesso il tuo blog è tutto mio!
    @ Sara, Dolcetto, Simo... grazie!
    @ Fra, Dario, troppo buona perchè sia mangiata solo.. a Natale!
    @ Mirtilla, Elga, grazie! :-)

    RispondiElimina
  18. ....cioa a casa mia queste ricettine vannno molto....io adoro le minestre....complimenti claudia

    RispondiElimina
  19. grazie barbarellina cara siamo contente che ti piaccia sei la benvenuta passa pure quando vuoi baci.........le papille

    RispondiElimina
  20. @ Princicci, grazie!ù
    @ Sorelle, vi ho scoperto, ora non vi mollo più: grazie per essere passata!

    RispondiElimina
  21. ciao , che belle ricette sul tuo blog! grazie per la visita e a presto!!!

    RispondiElimina
  22. Mi fa venire in mente una minestra che si faceva a casa del mio ex, con scarola, gobbi e polpettine di carne. Buonissima...

    RispondiElimina
  23. Buona io poi che praticamente vivo di verdure l'adoro proprio ;-))

    RispondiElimina
  24. Complimenti x il blog,hai parecchie ricette buone e interessanti. Ti aggiungo tra i miei link!
    A presto
    Sara

    RispondiElimina
  25. Buonissima!
    Grazie della ricetta..
    Posso chiederti il permesso di non mettere l'uva passa che non amo molto?
    Potrei sostituirla con qualche filettino di acciuga, che ne dici?
    Un abbraccio
    :)

    RispondiElimina
  26. ....nel commento di prima intendevo il calcare la mano con le acciughe...
    ma probabilmente, tolto il contraltare del dolce dell'uvetta , le acciughe potrebbero prevalere sul sapore della scarola..
    no no mi sa che non metto solo l'uvetta... :)

    RispondiElimina
  27. Buonissima, anche in casa mia si prepara immancabilmente la sera della vigilia.

    RispondiElimina
  28. Cara Barbara, ti ringrazio per aver visitato il mio blog, sarai tra i miei preferiti,Un abbraccio e complimenti per la ricetta.

    RispondiElimina
  29. @ Polinnia, grazie a te!
    @ Lory, Sara, grazie!!!
    @ Serena l'uvetta puoi ometterla tranquillamente (io 9 volte su dieci non metto uvetta e pinoli...), ma non aumentare comunque la quantità di alici già presenti in ricetta, altrimenti, come tu stessa mi hai fatto notare... il gusto del pesce diventa eccessivamente prevalente!! :-))))
    @ Cosmopolita.. vero che è buona?? :-))
    @ Nina, grazie, anche tu sei linkata tra i preferiti!!

    RispondiElimina
  30. Ma sai che queste minestre o zuppe povere della tradizione mi fanno una certa gola ? poi a me la scarola piace molto e vorrei proprio provarla! ciao a presto Pippi

    RispondiElimina
  31. @ Pippi se la provi, fammi sapere!! ;-))

    RispondiElimina
  32. Che strano questo piatto! una versione della scarola che non conoscevamo ed una ricetta tutta autunnale!!
    un bacio

    RispondiElimina
  33. buonaaaaaaaaa!! che dire , questi piatti sono una favola grazie army

    RispondiElimina
  34. bella barbara, molto napoletana. tuo marito è di lì?

    RispondiElimina
  35. @ Manu, Silvia, Armanda.. grazie!
    @ Artemisia si, mio marito è avellinese e suo papà era napoletano.

    RispondiElimina
  36. ma guarda con questa raccolta quante ricette favolose, non ho mai mangiato la scarola in minestra e penso che sia davvero da provare e se per i marinai la frullassi un pochettino? perchè se vedono i pezzi mica me la mangiano....
    baci Ely

    RispondiElimina
  37. Ely se la frulli... fammi sapere cosa ne esce... mi hai davvero incuriosito!!

    RispondiElimina

E tu, cosa ne pensi?

.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...